Autore Topic: Gerfalco - 12 settembre 2016  (Letto 1504 volte)

Teowrc

  • Amministratore
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1733
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Gerfalco - 12 settembre 2016
« il: 12 Settembre, 2016, 15:16:27 »
----- CENTO PAESI TOSCANI -----
Gerfalco
Buongiorno cari amici, riparte oggi la nostra rubrica dedicata agli splendidi borghi toscani.
Oggi vi parleremo di Gerfalco, un piccolo borgo del comune di Montieri (GR), ai piedi delle Cornate, il punto più elevato delle Colline Metallifere.
Questo centro abitato era nato nel Medioevo per sfruttare i minerali di cui era ricco il sottosuolo, e in particolar modo l'argento, ma gia’ al tempo degli Etruschi le Colline Metallifere erano conosciute per i giacimenti di minerali. Da questa zona proviene anche il marmo rosa, utilizzato per la realizzazione di numerose chiese e nella pavimentazione del Duomo di Siena.
Il borgo, durante la sua storia, è stato conteso per molti anni dai Vescovi di Volterra, dalle famiglie Pannocchieschi e Aldobrandeschi, e dalle Repubbliche di Siena e di Massa Marittima proprio per potersi assicurare lo sfruttamento delle miniere. Dopo un periodo di decadenza dovuto all'esaurimento del filone argentifero, il paese di Gerfalco venne inglobato nel Gran Ducato di Toscana.
Nel paese possiamo ancora vedere alcune parti delle mura con due porte di accesso ad arco e due torri di guardia circolari. All'interno delle mura sono presenti due chiese, quella di San Biagio e quella della Misericordia, più volte restaurate.
Al di fuori delle mura si trova la chiesa di S. Agostino con l'antico convento agostiniano.
Il Crinale delle Cornate (riserva naturale) è un sentiero trekking ben segnalato e di media difficoltà, meraviglioso per appassionati e naturalisti, al quale si accede direttamente dal borgo di Gerfalco.
La flora e’ composta principalmente da pini, aceri, querce, rosa canina, timo, biancospino, orchidea, giglio selvatico.
Come fauna troviamo volpe, istrice, tasso, cincia mora, codibugnolo, picchio verde, picchio rosso maggiore, picchio muraiolo, martora, capriolo, daino, donnola, puzzola e faina. Rapaci come sparviero, poiana, gheppio, sono indubbiamente presenti vista l’abbondanza di rettili come il biacco ed il cervone.
Michela Consoloni
www.meteocampotizzoro.it