Autore Topic: Tereglio - 1 settembre 2015  (Letto 1388 volte)

Teowrc

  • Amministratore
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1733
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Tereglio - 1 settembre 2015
« il: 18 Ottobre, 2015, 11:18:10 »
__________ CENTO PAESI TOSCANI _________
Tereglio

Benritrovati nella nostra rubrica alla scoperta dei borghi toscani.
Oggi parleremo di Tereglio, 518m di altitudine e circa 170 abitanti.
E' un piccolo borgo del comune di Coreglia Antelminelli, con una struttura urbanistica particolare perche' si allunga sulla cresta scoscesa di un colle della val Fegana, nell'appennino della Rondinaia.
Sorse grazie all'insediamento di Liguri e successivamente Romani, ed anticamente era posto a guardia del sentiero di valico utilizzato per il commercio con l'Emilia.
La sua posizione ne ha impedito l'espansione ma allo stesso tempo l'ha tenuta al riparo dalle devastazioni subite da altri paesi della valle.
Caratteristico per l'atmosfera di silenzio e tranquillita' di cui è circondato, possiamo vedere alla sua entrata le porte del vecchio castello, con le mura ancora esistenti e le stradine in pietra.
Si trova all'ingresso della riserva naturale statale dell'Orrido di Botri, una gola calcarea con ripide pareti di roccia scavata dal torrente Pelago. Il Canyon, caratteristico per la flora rupestre e le temperature molto basse, grazie alle pareti alte fino a 200mt favorisce la nidificazione dell'aquila reale.

Da visitare a Tereglio la chiesa di S. Maria Assunta con il crocifisso in legno del Berlinghieri, il Castello di Borio e il palazzo di posta a campo Buriano.
Nel 1819 La duchessa Maria Luisa di Borbone ordino' la costruzione di una strada che potesse collegare il Tirreno all'Emilia senza toccare il territorio del Granducato.
Tale strada fu terminata nel 1824, e si narra che "quando il duca di Modena e la duchessa di Lucca ebbero collegato i loro domini con una nuova, acrobatica strada attraverso il passo di Foce a Giovo, i due si incontrarono sul crinale per inaugurare la grande opera, e che la duchessa toscana, scoprendo la calvizie galoppante del suo nobile dirimpettaio, disse, con perfido giro di parole: "caro amico, quanta neve sul monte". Al che il duca, gelido: "Amica cara, se c'è neve al monte, le vacche vadano al piano". Una battuta che, a distanza di secoli, ancora fa ridere i garfagnini (la repubblica.it)"

Il paese Medioevale merita di essere visitato, perche' ricco di luoghi di ristoro e numerosi percorsi da fare a piedi o in mountain Bike, in un paesaggio rilassante fuori dallo stress urbano.
Esposta alle correnti umide da Libeccio, è molto piovoso ma non freddo, visto che è privo di inversione termica e completamente coperto dalle correnti nord-orientali.

Michela

Se avete trovato di vostra utilità ed interesse questo articolo, vi saremo grati di ricevere un "MI PIACE" o una "CONDIVISIONE, grazie mille.
www.meteocampotizzoro.it
‪#‎meteocampotizzoro‬


Tereglio - dovealucca.it


Tereglio, la porta del castello - contadolucchese.it


Tereglio - lapietradelfocolare.it


Tereglio - barganews.it


Tereglio - barganews.it


Tereglio - barganews.it


Tereglio, la porta del castello - contadolucchese.it


Tereglio - lapietradelfocolare.it


Tereglio - lapietradelfocolare.it


Tereglio - lapietradelfocolare.it


Tereglio, foto d'epoca - bargarchivio.altervista.org