Autore Topic: Nubi Lenticolari - 31 marzo 2016  (Letto 1240 volte)

Teowrc

  • Amministratore
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1733
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Nubi Lenticolari - 31 marzo 2016
« il: 31 Marzo, 2016, 18:15:20 »
****RICONOSCERE LE NUBI****
- - - - NUBI LENTICOLARI - - - -
Buongiorno a tutti.
Prendendo spunto dalla bella immagine postata da Alessandra Epifani l'altro ieri, e che mostrava una bella formazione di nubi lenticolari, visibile da Pistoia, vediamo di dare qualche informazione utile su questa particolare categoria di nuvole, che spesso assume forme spettacolari e anche particolari. Non e' rarissimo infatti vedere dei veri e propri "dischi volanti" in cielo che catturano la nostra attenzione.
Le nubi lenticolari sono nubi "orografiche" ovverossia per la loro formazione necessitano di una catena di rilievi montuosi. Infatti, la loro genesi e' strettamente legata a correnti tese in quota che, disturbate dall'ostacolo montuoso, iniziano ad "ondulare" permettendo, se le condizioni di umiditą della massa d'aria sono idonee, la formazione della nube lenticolare. In genere avviene sottovento al crinale montuoso e la nube puo' persistere per ore, in apparenza immobile sul posto, perche' stazionaria e' la "perturbazione" del flusso in quota che l'ha generata. Nella nostra regione non sono per niente rare e si generano sottovento alle Apuane in caso di correnti occidentali o sottovento all'Appennino nelle giornate di tramontana o grecale. Sono nubi quindi piu' tipiche dell'inverno, primavera e autunno, in quanto in estate raramente le correnti di media-alta quota sono abbastanza tese da innescare il meccanismo di genesi. Vi lascio ad alcuni esempi di splendide nubi lenticolari, uno dei soggetti preferiti dagli amanti degli scatti riguardanti le "skylines". Buon pomeriggio!
Davide Rosa