Autore Topic: Lucchio - 17 agosto 2015  (Letto 1352 volte)

Teowrc

  • Amministratore
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1733
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Lucchio - 17 agosto 2015
« il: 17 Ottobre, 2015, 19:33:12 »
_________CENTO PAESI TOSCANI_________
LUCCHIO
Buongiorno e ben ritrovati. Oggi parleremo di Lucchio, piccolo borgo nel comune di Bagni di Lucca, raggiungibile dalla strada del Brennero nei pressi di Popiglio . A 670 metri di altitudine, conta oggi circa 60 abitanti, anche se nei periodi estivi viene popolato da numerosi turisti. Il nome deriva dal toponimo "Lucus", luogo ricco di boschi.
La sua caratteristica e' che mantiene ancora la struttura originale, dove le case alte, strette e molto vicine fra loro,sembrano costruite ad incastro nella roccia stessa. Raggiungibile da una strada ripida e tortuosa, percorribile solo a piedi, e' stato da sempre un luogo inespugnabile, costruito probabilmente perche' essendo il punto piu' lontano dal capoluogo, veniva utilizzato da Lucca come punto di forza a guardia dei confini verso Pistoia. Circondato da monti piu' alti, e boschi prevalentemente formati da castagneti, montagne dalla conformazione carsica, dalle cime piu' simili alle Apuane che agli appennini, sovrasta la valle del torrente Lima. A dimostrazione che si trattava di un punto strategico, troviamo i ruderi dell'antica fortezza, che sarebbe stata commissionata da Matilde di Canossa, anche se alcuni studiosi affermano che vi sarebbe stato un insediamento ancora precedente ad opera dei romani prima e dei longobardi poi. Fu zona sicuramente abitata fin dall'epoca paleolitica superiore a causa di alcuni ritrovamenti all'interno di una vicina grotta, in località Ponte Maggio, frequentazione proseguita poi con le tribù celtiche dei Liguri Apuani. Con la conquista da parte di Firenze la fortezza perse la sua funzione strategica e le sue rocce furono utilizzate per la costruzione delle abitazioni sottostanti.
Paese da visitare per la vista mozzafiato e la particolarità delle sue costruzioni. Interessante la "Penna di Lucchio", un modesto rilievo, ma dall’aspetto impervio e roccioso. Dal Passo di Croce a Veglia, dove durante il medioevo si trovava un ospedale per l’accoglienza dei viandanti che scendevano nel versante pistoiese, si raggiunge il modesto abitato di Case Giannini da dove la Penna di Lucchio appare come una piramide nuda e scoscesa. Nelle notti d’estate i pastori del luogo vedevano processioni di lumini che salivano lentamente i fianchi del monte e, una volta raggiunta faticosamente la vetta, vi sostavano fino alle prime luci dell’alba e sparivano nella luce del mattino. Allora si pensava che fossero anime del purgatorio salite lassù per scontare i loro peccati e per loro venivano recitate preghiere. Per quanto riguarda il microclima, Lucchio è esposta a nord e facilmente raggiungibile dalle correnti di sud ovest, per cui è zona molto piovosa. Le precipitazioni nevose non sono frequenti, ma in caso di neve, essa perdura a lungo a causa della permanenza delle basse temperature nella vallata.

Se avete trovato di vostro gradimento questo articolo, vi saremo grati di un "MI PIACE" o di una "CONDIVISIONE".
Grazie mille.

Un saluto e un buon proseguimento della giornata.
Michela






Foto di Debra Kolkka www.bellabagnidilucca.com


Foto di Debra Kolkka www.bellabagnidilucca.com


Foto di Debra Kolkka www.bellabagnidilucca.com


Foto di Debra Kolkka www.bellabagnidilucca.com




I resti delle mura


I resti della Rocca




Vista dalla Rocca


Particolare delle costruzioni