Autore Topic: Fivizzano - 11 agosto 2015  (Letto 1314 volte)

Teowrc

  • Amministratore
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1733
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Fivizzano - 11 agosto 2015
« il: 17 Ottobre, 2015, 19:19:11 »
_______ CENTO PAESI TOSCANI __________

Buongiorno e ben ritrovati alla scoperta dei meravigliosi paesi toscani. Oggi parleremo di Fivizzano, splendido comune della Lunigiana, in provincia di Massa. 326 metri di altitudine, si estende per oltre 180 km quadrati contando ben 94 frazioni, che ospitano in totale oltre 8200 abitanti.
Posto sulle pendici sud occidentali dell' Appennino tosco Emiliano, si estende in parte nel parco nazionale dell' appennino Tosco Emiliano e nel parco naturale delle Alpi apuane. Protetta dai monti, su un piano che sovrasta il torrente Rosario, ha un microclima molto simile al fondovalle, con escursioni termiche accentuate, minime invernali meno fredde e temperature estive contenute. L'ombra delle Apuane la protegge da sud e sud est per le precipitazioni. E' anche meno nevosa di zone che si trovano ad altezze inferiori, a causa dall'assenza della tramontana scura, per lo sbarramento a est dell'Appennino. I venti che accompagnano le nubi da est, si trovano a dover scavalcare un altezza di 1. 500m dall' Emilia Romagna senza riuscire ad arrivare in basso, e l'aria che ridiscende dal monte si surriscalda causando l'evaporazione delle nubi che porterebbero le precipitazioni.
Per le misurazioni' più indietro nel tempo, abbiamo considerato la stazione di Arlia, a meno di due km da Fivizzano e con un microclima simile. La temperatura minima media di gennaio è +1°la massima media di luglio è 28.1°.
Le precipitazioni medie annue di 1.446mm. Segnaliamo due date: il
02/09/94 precipitarono 329,6mm di pioggia in 24 ore e il 21/09/82 347mm in 24 ore.
Ricordiamo il Gelicidio del 15 gennaio 1820, comunemente chiamato fenomeno del vetro ghiaccio, che fino ai 700m di altitudine fece seccare migliaia di piante.

Inoltre, essendo Fivizzano situata in zona sismica, fu vittima di numerosi terremoti. Il più ricordato è quello del 7 settembre 1920, di 6.5 gradi Richter, che alle 7.50 del mattino rase al suolo il centro storico causando 30 morti e 300 feriti. Per fortuna molti abitanti stavano dormendo fuori dalle proprie case a causa delle scosse dei giorni precedenti. Furono impiegati 10 anni per la ricostruzione.

In passato Fivizzano fu area di sosta sulla strada che collegava Lucca a Parma e Roma. Probabilmente abitata gia' dalla preistoria secondo i ritrovamenti, le prime menzioni scritte risalgono al Medioevo, quando l’abitato principale era il vicino borgo della Verrucola. Fu sottostante per molti anni alla Repubblica di Firenze, della quale mantiene molte caratteristiche degli edifici, al ducato di Modena e al Granducato di Toscana.
Il poeta Giosuè Carducci la defini' "una perla sperduta fra i monti".
Qui si apri' una delle prime stamperie d'Italia, si creò il primo prototipo di macchina da scrivere, e la prima carta carbone. Fu inoltre la prima cittadina ad avere illuminazione pubblica e privata con impianto di corrente continua.
Vi consigliamo di dedicargli qualche giorno, per visitare i numerosi borghi, i castelli e le chiese, le grotte di Equi Terme, e le sue montagne, risalendo verso il Passo del Cerreto e seguendo i sentieri intorno al Laghestrello.

Michela

www.meteocampotizzoro.it
‪#‎meteocampotizzoro‬


La piazza principale


Scorcio del paese


Panorama


La fortezza della Verrucola