Autore Topic: Il Dew Point o Punto di Rugiada - 14 dicembre 2015  (Letto 2508 volte)

Teowrc

  • Amministratore
  • Utente storico
  • *****
  • Post: 1733
  • Karma: +0/-0
    • Mostra profilo
Il Dew Point o Punto di Rugiada - 14 dicembre 2015
« il: 14 Dicembre, 2015, 12:24:06 »
****METEO IN PILLOLE****
- - - PUNTO DI RUGIADA O DEW POINT - - -
Buongiorno e ben ritrovati cari amici.
Oggi provero' a spiegare un parametro che e' molto importante in meteorologia ma non solo, essendo importante anche per alcune attivitą umane.
Innanzitutto di cosa si tratta a livello di "definizione". Per dew point (termine piu' usato e adottato dall'Organizzazione Mondiale della Meteorologia) si intende la temperatura alla quale, a pressione costante, l'aria (o, pił precisamente, la miscela aria-vapore) diventa satura di vapore acqueo.
Essa indica a che temperatura deve essere portata l'aria per far condensare in rugiada il vapore d'acqua in essa presente, senza alcun cambiamento di pressione. Se il punto di rugiada cade sotto 0 °C, esso viene chiamato anche punto di brina.
Senza entrare in spiegazioni scientifiche che esulano da questo contesto, per non complicare le cose, basti sapere che essendo una temperatura, e' misurato in gradi centigradi, e che e' un parametro influenzato dai valori di temperatura e umidita' dell'aria. Esso e' SEMPRE piu' basso della temperatura assoluta misurata tranne nel caso in cui si e' in condizione di saturazione del vapor acqueo contenuto nell'aria, con umiditą relativa del 100%. In questo caso i valori coincidono.
Ma a chi interessa particolarmente la misura del dew point (che le moderne stazioni meteo forniscono in automatico)?
Ebbene, in ambito invernale esso e' importante perche' fornisce un' indicazione sulla possibile formazione di ghiaccio e brina (che avviene con valori di dew point negativi) e sullo stato di conservazione del manto di neve caduta al suolo, che risultera' instabile e "pesante" con valori di dew point positivi, stabile e asciutto con valori negativi. Quest'ultimo aspetto risulta importante per gli operatori delle stazioni sciistiche nei casi in cui si deve procedere all'innevamento artificiale delle piste.
Altro aspetto importante riguarda la stagione estiva, dove la previsione preventiva del grado si sopportabilita' del caldo da parte del fisico umano si basa spesso su questo parametro. Piu' i valori di dew point si avvicinano ai valori di temperatura dell'aria, piu' quest'ultima risulta carica di umiditą aumentando nettamente la sensazione di disagio del fisico umano. Infatti per la definizione di caldo afoso si utilizzano delle soglie basate sui valori di dew point registrati. Da 16 a 20 corrisponde ad afa debole, da 20 a 24 ad afa moderata, oltre i 24 ad afa forte con possibili effetti negativi sul fisico di persone debilitate e/o anziane.
E infine l'importanza per gli appassionati dei fenomeni meteorologici e in particolare di chi ama la neve. E' per loro importante sapere che con valori sopra lo 0 di dew point, la neve puo' cadere al suolo, ma l'attecchimento della stessa risultera' difficile con manto che non cresce e che fonde in contemporanea alla precipitazione nevosa.
Spero di essere stato il piu' comprensibile possibile, e vi auguro un buon pomeriggio!
Davide Rosa
Se avete trovato di vostro gradimento questo articolo, vi saremo grati per un "mi piace", una "condivisione" o una "recensione" a questa pagina facebook. Grazie Mille!
www.meteocampotizzoro.it


da www.slideplayer.it


da www.slideplayer.it